II – da “preludi”

ho baciato la polvere degli anni, misurato
il ritardo fra il battito
del cuore e la tempesta contro le finestre

non è tempo del pianto
è finita la stagione –
ma persino adesso
fra le labbra le persiane
dicono – succederà

la fragile condotta dei giorni
il trascorrere delle cose
la vita, quella crudele
che ci strappò dal sogno

Annunci